AGGIORNAMENTI PROGETTO CHEF A SCUOLA

PER L’ANNO IN CORSO
Il progetto Chef a Scuola si avvia verso la propria conclusione: nelle ultime settimane di maggio si ripeterà (come avvenuto prima dell’avvio del progetto) una misurazione del cibo che non viene consumato dai bambini e dai ragazzi durante il pranzo e verrà sottoposto un questionario a tutti i soggetti coinvolti nel progetto (alunni, insegnanti, staff di cucina e genitori).
Saranno necessari alcuni mesi affinché i dati raccolti nelle nostre scuole (e in altre coinvolte nella sperimentazione) vengano elaborati e illustrati in una pubblicazione scientifica.

Lo scorso 26 marzo abbiamo avuto un ‘vivace’ momento di confronto con la dott.ssa Chiara Bassi (nutrizionista responsabile del progetto). Di seguito trovate la sua presentazione (versione short e versione integrale) che illustra dettagliatamente i principi che stanno alla base di questa iniziativa.
L’incontro nasceva dall’esigenza di comprendere meglio le ragioni del progetto e di capire come affrontare alcune criticità molto evidenti (prime fra tutte il “salto del pasto” da parte di numerosi bambini quando il menù proponeva piatti molto lontani dalle loro abitudini e dai loro gusti).

Particolarmente significativo e apprezzato è stato l’intervento di Marco Casolari – cuoco responsabile delle nostre cucine – che ha evidenziato alcuni cambiamenti introdotti in corso d’opera, in particolare con l’adozione del menù estivo:
1.       Rivisitazione del menù ed esclusione degli ingredienti più ‘ostici’ presenti nel menù invernale (es: miglio, zenzero, farina di ceci…);
2.       Interpretazione delle ricette e ricerca di ‘strategie’ che rendano più gustosi i piatti per i bambini (es: vellutate accompagnate da crostini all’olio, bruschetta al pomodoro fresco, hamburger vegetale servito in modalità ‘fast food’ con panino e salse…);
3.       Bilanciamento del menù cercando di avere ogni giorno almeno una portata generalmente apprezzata dai bambini;
4.       Re-introduzone di alcuni piatti particolarmente graditi ai bambini (es: cotoletta, piadina al prosciutto, pizza marinara…);

E’ emersa infine la fondamentale importanza della collaborazione tra tutti i soggetti adulti (insegnanti, genitori, staff di cucina) affinché i bambini ed i ragazzi siano stimolati e incentivati a provare anche nuovi piatti e nuove proposte.
Per favorire questa collaborazione – che passa anche da una maggiore conoscenza di ciò che viene proposto ogni giorno ai nostri alunni - Marco si è reso disponibile ad accogliere a pranzo i genitori che desiderano ‘testare’ direttamente ciò che esce dalla cucina.

E’ sufficiente ‘prenotare’ con un paio di giorni di anticipo scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Per ovvie ragioni sarà possibile accogliere non più di 4 persone per volta.

Sono ovviamente sempre graditi contributi, suggerimenti e proposte utili a migliorare il servizio. Per inviarli è necessario scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DAL PROSSIMO ANNO
Il servizio di refezione è sempre stato (e vuole continuare ad essere) parte integrante della nostra offerta educativa e un fattore di eccellenza per le nostre scuole. Un servizio che richiede grande impegno alle persone coinvolte per assicurare qualità e sostenibilità (tutto il personale è assunto dalla cooperativa e ognuno dei 4 plessi scolastici ha la propria cucina).

Il progetto Chef a Scuola ha permesso al nostro personale di lavorare al fianco di professionisti altamente qualificati (lo chef Luca Marchini, la dott.ssa Chiara Bassi, la dott.ssa Johanna Chester), acquisendo competenze ed esperienze che resteranno patrimonio delle nostre scuole.

Il prossimo anno lo staff delle nostre cucine potrà elaborare i nuovi menù - ottemperando a tutti gli obblighi imposti dall’Ausl – forte dell’esperienza di quest’anno, e senza gli ulteriori vincoli richiesti dal progetto che sta per terminare.

Per concludere un paio di dati.
In termini di incidenza sugli acquisti dei beni di genere alimentare il Progetto Chef a Scuola ha avuto un impatto apparentemente nullo: il costo pasto giornaliero è rimasto pressoché invariato. Andando ad analizzare però la composizione del ‘paniere’ che rappresenta il pasto tipo, notiamo che alcune voci hanno subito delle variazioni significative (vedi tabella): cresce il peso dei ‘cibi sani’ e cala quello di articoli poco salutari.

A questo link la presentazione della dott.ssa Bassi e la tabella di raffronto incidenza sulla composizione del pasto (gen-feb 18 vs gen-feb 19) https://drive.google.com/drive/folders/1MDNH8LvUoSeQfEN72tHerqoPCh2tqBcf?usp=sharing

A questo link il menù estivo del Tommaso Pellegrini https://www.scuolacarovana.it/index.php/primaria-tommaso-pellegrini/menu-cucina-tp
A questo link il menù estivo di Via Piccinini https://www.scuolacarovana.it/index.php/primaria-la-carovana/menu-cucina-primaria


COOPERATIVA SOCIALE "LA CAROVANA"
Via Enzo Piccinini, 20 - 41125 Modena
C.F., P.IVA e n.iscrizione R.I. di Modena: 00882450364
Albo Cooperative: A103451
Tel 059442405
Orari di segreteria scolastica: 
da Lunedì a Venerdì 08.00 - 12.00
PRIVACY POLICY

Copyright © Centro Scolastico "La Carovana" - Tutti i diritti riservati